Luce contrastata, laterale, bordo.

Accenno qui di seguito alcuni passaggi del  libro che vi consiglio di leggere: L’Illuminazione nella fotografia digitale” di Michael Freeman – Logos –
La mia intenzione non è insegnare, in quanto sto imparando anch’io, ma al massimo voler schematizzare per me delle informazioni imparate e condividere con voi quanto appreso, sta poi a voi approfondire al meglio.

Opposta alla luce diffusa e morbida è la LUCE CONTRASTATA, che è quella luce concentrata in un fascio stretto con una lampada  a bulbo, la quale proietta ombre intense e ben definite.
Si racchiudono i lati della sorgente di luce, canalizzando il fascio attraverso una stretta apertura.

Abbiamo poi la LUCE LATERALE che nei ritratti, a causa della simmetria bilaterale del volto, produce un effetto diviso: sebbene insolito, puo’ essere molto intenso. Negli oggetti la luce laterale mette in risalto la texture.

Quando è presente solo un’unica luce principale, l’illuminazione laterale si trasforma in LUCE BORDO che mette in risalto il bordo del soggetto su uno sfondo scuro, la luce deve provenire da dietro e cadere sul bordo del soggetto.

I prossimi articoli in fase di pubblicazione sono:

– Posizioni di illuminazione: LUCE PRINCIPALE

– La luce per il ritratto , in base al punto di vista estetico e dei piani

 – Luce diffusa – Riflettori e Diffusori

– Vari tipi di luci 

– Una sintesi di Lightroom 

Mi piacerebbe un confronto con voi su questi temi, pertanto se avete delle correzioni da farmi o suggerimenti da fare a chi legge , lascio la possibilità di commentare.