blog, Fotografia per Ragazzi, parlando di fotografia
Comments 2

Colorchecker passport per un bilanciamento del bianco più efficace

Quando si scattano le foto non basta scegliere una buona luce, spesso ci troviamo a combattere contro i riflessi e dominanti di colore provenienti dalle luci presenti nel locale (neon, tungsteno ecc) o le pareti dei muri dai colori improbabili come il verde, azzurro, giallo, arancione, rosa, rosso.
Abbiamo visto che ogni colore influenza la nostra scena tanto più se dobbiamo fotografare il viso di una persona, perchè l’incarnato delle persone cambia molto a seconda del soggetto.
Sui libri , in internet si trovano diverse soluzioni per migliorare il bilanciamento del bianco, andando ad agire direttamente sulle impostazioni della fotocamera o in seguito con la post produzione usano photoshop o lightroom, oltre all’uso del famoso “cartoncino grigio”.

Ma c’è uno strumento che risulta essere il più efficace per garantire una fedeltà cromatica e questo si chiama Colorchecker passport della X-rite (lo trovate su Amazon a partire da 87 €).
Una volta comprato, troverete nella confezione il cd con il software per l’installazione e il nostro colorchecker che sembra una trousse di trucchi 😉

Si consiglia l’uso del Colorchecker passport con i RAW. 
foto

Ora con la nostra fotocamera andiamo a fotografare il Colorchecker passport completamente aperto, appoggiato , come se fotografassimo due pagine di un libro, e usiamo la luce naturale per questo, stando attenti a impostare correttamente l’esposizione.
La seconda immagine, quella corretta a destra è stata scattata quando il sole era calato (non volevo rimandare a domani)  ma fortunatamente non ci sono stati problemi per il software a leggere i quadrati.
Colorchecker

Una volta scattata la nostra fotografia, la apriamo in camera raw e senza apportare alcuna modifica la salviamo non in jpg ma con estensione .dng
Ora inseriamo il nostro cd dato in dotazione con Colorchecker passport e seguiamo le procedure suggerite per installarlo, una volta pronto, trasciniamo la nostra fotografia.dng all’interno della finestra e dopo qualche secondo il software Colorchecker passport riconoscerà autonomamente i quadrati posti nella parte sottostante il Colorchecker passport. Se ciò non avvenisse leggete le istruzioni nella parte sinistra della finestra.Schermata 2015-10-21 alle 17.38.32
Prima di chiudere salviamo il nostro profilo nominandolo  es: colorchecker o il nome della vostra fotocamera ecc.

Ora apriamo camera raw, a destra ci sono diverse icone, clicchiamo sulla fotocamera nera ovvero la “Calibrazione fotocamera” e nella finestra a tendina selezioniamo il nostro profilo e continuiamo le nostre modifiche.

Colorchecker03

Se invece usate lightroom sempre a destra scendete scorrendo, e cercate la sezione che riguarda la “Calibrazione fotocamera”, trovate la finestra a tendina e selezionate il vostro profilo creato.
Sotto potete vedere le varie differenze di colore tra i profili scelti.
La differenza si nota molto a seconda della fotografia usata, soprattutto nei ritratti con incarnati più reali e meno rossastri. 
Colorchecker02

Se vogliamo essere ancora più precisi possiamo utilizzare la parte soprastante del Colorchecker passport: guardate bene e troverete 4 disegni (due a destra e due a sinistra) 2 teste che simboleggiano il ritratto, e 2 montagne che simboleggiano il paesaggio. Nelle prossime sessioni fotografiche portatevi sempre il vostro Colorchecker passport e fatelo tenere in mano, vicino al viso al vostro soggetto e scattate la prima fotografia cosi da tenerla in memoria come riferimento. Idem nel caso del vostro paesaggio lo fate entrare nell’inquadratura.
Una volta scaricate le nostre fotografie , prendiamo la prima quella con il Colorchecker passport e andiamo a puntare il nostro bilanciamento su quadrato grigio (il terzo , quello in mezzo), ma fate delle prove per valutare voi stessi il risultato migliore per voi.   

Colorchecker04

Nel prossimo articolo parlerò della calibrazione del monitor utilizzando il Color Munki Display sempre della X-rite (lo trovate su Amazon al prezzo di 160 € circa)

2 Comments

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...