Quando la normalità diventa rivoluzione

img_7710

La vera accettazione sta nel “non distinguere più” e noi lo stiamo facendo.
In una società che punta da sempre a differenziare, discriminare, etichettare , strumentalizzare la diversità per sete di rassicurazione (e questo devo ammetterlo lo fanno a volte anche le stesse persone coinvolte) ha inevitabilmente portato a fenomeni di bullismo, razzismo, discriminazione sempre più diffusi, anche da parte dei mass media.
Partendo dal concetto base che Dio ci ha creato unici e diversi, dovremmo usare la diversità proprio come valore del nostro differenziarci dall’altro, invece il diverso assume una connotazione negativa, dispregiativa rispetto a quell’idea di perfezione che la nostra società vuole inculcarci da che nasciamo.
Dobbiamo essere perfetti sempre, in ogni situazione per ottenere l’amore e l’accettazione degli altri, dei genitori, compagni, datori di lavoro, amici, ma sappiamo perfettamente che la perfezione non esiste….. ah si forse grazie a photoshop la raggiungiamo 😉

Scherzi a parte, da anni sto combattendo nel mio piccolo affinché le cose possano cambiare, migliorare in qualche maniera e lo faccio utilizzando la fotografia che mi permette in modo efficace di comunicare il mio messaggio su due fronti : le campagne sociali e i servizi fotografici offerti a tutti, senza la minima discriminazione di genere, orientamento sessuale, disabilità ecc.
La vera rivoluzione è iniziata l’anno scorso in cui ho dimostrato col progetto Boudoir Disability che donne con disabilità possono essere bellissime e sensuali, lo stesso vale per le donne meno giovani o con delle curve in più, cieche o con cicatrici dovute al cancro debellato.
La Bellezza è nella testa di chi posa e negli occhi di chi guarda, capito questo saremo finalmente salvi tutti noi da questa congiura quotidiana di ricerca di perfezione.
Quest’anno la rivoluzione continua: il mio obiettivo è “non distinguere” ma “uniformare” con l’unicità che ci appartiene e ci contraddistingue ed è per questo che i servizi fotografici che realizzerò e i libri di fotografia che pubblicherò avranno come protagonisti soggetti diversi senza tuttavia distinguerli l’uno dall’altro in progetti diversi.
Questa è la vera rivoluzione umana, di comunicazione e di marketing.
Tante novità quest’anno tra cui un’interessante collaborazione che aprirà nuovi scenari .

www.micaelazuliani.com
Donna: www.portraitdefemme.it
Uomo: www.portraitdemen.it
Boudoir: www.fotografiaboudoir.it

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...