All posts tagged: mostra

Annie Leibovitz in mostra a Milano, un inno alla Donna.

Circoli di conversazione Al di là del mezzo espressivo – fotografia, pittura, disegno, scultura – le persone sono quasi sempre ritratte “maschili” o “femminili”, differenti e diseguali. Tuttavia in tutti i paesi del mondo c’è un movimento crescente contro questa diseguaglianza di genere. Annie Leibovitz è ed è sempre stata una pioniera di questo movimento. Per una qualche alchimia tra il suo spirito indipendente, la sua arte che attraversa i confini senza bisogno di traduzioni, la sua abilità nel catturare un attimo che fa immaginare un intero romanzo e la sua stessa vita di donna indipendente, madre di figlie femmine, ha la capacità di ritrarre ogni donna come pienamente umana e unica. In questa mostra riceviamo il dono di guardare attraverso i suoi occhi. E’ questo un grande dono. Iniziamo a capire cosa ci siamo persi nelle immagini religiose, nella pubblicità, nei musei e nei film, nella pornografia e l’erotismo: tutti modi per limitare le donne e farle rientrare nella binarietà di genere. Di certo questa divisione limita anche gli uomini. Tuttavia siccome gli uomini …

L’Espresso in mostra a Palazzo Reale

  Centinaia di immagini scattate da maestri della fotografia, firme di note Agenzie, e famosi reporter italiani e internazionali, suddivise in un percorso tematico – con una sezione speciale dedicata a Milano – compongono la mostra “La nostra storia. Ieri e oggi nella fotografie dell’Espresso” visitabile fino all’11 settembre a Palazzo Reale. Dagli archivi del celebre settimanale all’esposizione al pubblico per raccontare sessant’anni di vita dell’Espresso attraverso i diversi avvenimenti che hanno scandito la storia del nostro Paese. Ingresso libero. Orari: lunedì 14.30 – 19.30; martedì, mercoledì, venerdì e domenica 9.30 – 19.30; giovedì e sabato 9.30 – 22.30. Ultimo ingresso un’ora prima della chiusura. Sito: http://www.palazzorealemilano.it ; http://www.facebook.com/palazzorealemilano    

IL NUDO FEMMINILE NELLA STORIA DELL’ARTE

Il nudo femminile, da sempre punto focale dell’arte antica e contemporanea, protagonista dell’archivio artistico di molte firme illustri della pittura di sempre.Un condensato elegante di forme sinuose e curve, dolori e gioie, a riempire l’animo del fruitore dell’opera stessa nei secoli. E se oggi le modelle sono le protagoniste senza veli di scatti d’artista celeberrimi, la vergogna non toccò mai nemmeno la pittura in questa gloriosa celebrazione del corpo femminile.  (continua)  

Musée d’Orsay – Splendore e miseria. Immagini della prostituzione, 1850-1910.

Fino al 17 gennaio 2016 al Musée d’Orsay è di scena “Splendore e miseria. Immagini della prostituzione, 1850-1910”, una straordinaria mostra dedicata al tema della prostituzione (la prima di questo genere in Europa) che regala al visitatore, attraverso dipinti di Degas, Cezanne, Van Gogh, Manet, Picasso, Munch e Toulouse-Lautrec, ma anche fotografie, sculture, arti decorative e pure filmati pornografici d’epoca. Prima grande iniziativa dedicata al tema della prostituzione, questa mostra si propone di ripercorrere il modo in cui gli artisti, francesi e non, affascinati dagli attori e dai luoghi di questo fenomeno sociale, hanno instancabilmente cercato nuovi mezzi pittorici per rappresentarne gli aspetti reali e immaginari. Dall’Olympia di Manet aL’assenzio di Degas, dalle incursioni nelle case chiuse di Toulouse-Lautrec e Munch agli audaci ritratti di Vlaminck, Van Dongen o ancora Picasso, questa mostra intende far luce sul ruolo centrale occupato da questo universo equivoco nello sviluppo della pittura moderna. Il fenomeno è trattato anche dal punto di vista sociale e culturale attraverso la pittura dei Salon, la scultura, le arti decorative e la fotografia. Una ricca documentazione permette …

Barbie fa cultura

Barbie irrompe nei capolavori dell’arte grazie a Jocelyne Grivaud
Una bambola bionda veste i panni delle donne che hanno fatto la storia dell’arte: da Monna Lisa a ‘La ragazza con l’orecchino di perla’ di Vermeer, dalla Venere di Milo a Nefertiti. Così Barbie, che ha poco più di 50 anni, diventa un capolavoro senza tempo.

Fotografia : Dentro le finestre degli altri

Gail Albert Halaban ha fotografato – con il loro consenso – decine di persone nelle loro case, come se le avesse spiate dalla finestra Gail Albert Halaban è una fotografa statunitense nata nel 1970, nota soprattutto per le sue fotografie di grande formato di donne, ambienti urbani e paesaggi voyeuristici. Nel 2006, infatti, quando si trasferì a New York, decise che voleva scoprire la città osservando i suoi abitanti nell’intimità delle loro case: nacque così l’idea di Out my Window, una serie fotografica che mostra gli appartamenti di decine di newyorkesi visti dall’esterno. Le fotografie di Gail Albert Halaban giocano su più livelli: i protagonisti dei suoi scatti, infatti, sono le finestre, ma anche le persone all’interno e il contesto urbano che fa da sfondo alle scene. Halaban ha fotografato queste persone con il loro consenso, cercando sull’elenco telefonico i numeri che corrispondevano alle finestre che le sarebbe piaciuto fotografare: le sue foto, che sembrano a tutti gli effetti un’incursione nell’intimità e nello spazio privato di questi soggetti, sono in realtà costruite attentamente, cercando l’illuminazione giusta e usando …